Marzia

Racconto la storia della celiachia di mia figlia Giorgia sperando che possa essere d'incoraggiamento ad altri genitori di bambini neodiagnosticati e che non conoscono la malattia. La nostra storia inizia poco più di un anno fa, Giorgia aveva 5 anni ed era sempre stata una bimba molto energica e piena di entusiasmo in tutto quello che faceva. A giugno 2019 inizia ad essere inappetente, stanca e nervosa; ho pensato fosse il caldo e il sovraccarico di impegni (scuola, ginnastica, nuoto) ma nemmeno in vacanza al mare la situazione migliora. Al nostro rientro chiedo consiglio alla pediatra che (fortunatamente è una che non sottovaluta mai nulla) la visita e riscontra un calo di crescita. Prescrive esami del sangue dai quali emergono i valori alti di transglutaminasi. Ci invia al Burlo di Trieste e dopo visita e gastroscopia viene confermata la diagnosi di celiachia con inizio di tiroidite ed anemia. In famiglia non c'è nessun altro caso perciò eravamo spaventati e non sapevamo nemmeno da dove cominciare. I medici ci hanno consigliato di iscriverci all'AIC, ho cercato la pagina facebook e poco dopo ho fatto l'iscrizione all'Associazione. Il gruppo offre un supporto immediato e completo per quanto riguarda consigli su prodotti, ricette e locali mentre, tramite l'Associazione, ho potuto far partecipare la scuola dell'infanzia (che era totalmente impreparata) al progetto "In fuga dal glutine". La scorsa settimana abbiamo fatto gli esami di controllo ed i valori sono tutti perfetti. Davvero non so cos'avrei fatto senza Aic e senza il gruppo facebook! La disponibilità e la competenza sono fuori misura, davvero eccezionali!! Marzia, mamma di Giorgia, Borgoricco (PD)

Leggi le altre storie